Ops!

26 settembre 2015


Si chiude una porta
e si apre un portone
Spera solo che dietro
non vi alberghi uno iotaone
(che fa rima con…?)
Bidibidòbidibù

Quei giorni

20 maggio 2015


Che c’è tanta gente, tanta gente, tanta gente, tanta gente, tanta gente,
ma tanta.
E poi basta,
non c’è più nessuno.


«Ahi!», sbottò la poverina.


image

Imagine

7 agosto 2014


Immagina un vetro, un estintore contro un vetro, il buio bagnato fuori. Lo specchio d’acqua per terra che riflette il mondo di mezzo; la luce, i rumori, la birra dentro; le fronde degli alberi scomposte dal vento fuori. E i lampi.
È il sette agosto duemilaquattordici e sono a Torino, festeggiamo lei.
Minchia :-)

Onanismo affettivo

6 agosto 2014


Pulizie, prosecco (pum! friiii-iiiiz!), yoga; nell’ordine.


Non so se siano le cazzate che sento o quelle che mi racconto.
O forse quelle che non mi hanno mai detto.

L'orso e la bambina


Stavolta la spigola al cartoccio m’è venuta talmente bene che quasi quasi chiedo a Babbo Natale di diventare un’orata.
Così.
Mi piglio in sposa godendo di 15 giorni crepuscolari di licenza matrimoniale invece di regalarli a una PA che non mi ama, mi autofecondo scoprendo problemi ai tubi che sconsigliano la deposizione, mi consolo con un viaggio nel mare del Messico – mai vista un’orata sotto un sombrero? – e quando la mia parte maschia trova un lavoro lontano in un posto fantasmagorico, chiedo una mobilità coi controcazzi per avvicinamento al coniuge (ovvero ammemedesima) da fare invidia a tutte le colleghe dai mausolei familiari.
Magia allucinogena di tre spicchi d’aglio e mezzo limone tagliato a fettine sottili.

Pacco bomba di natale lasciato sull’uscio della sera: ora mi trasformo in artificiere.
Push, push, cross over, tacky Annie!