Arringa dell’aringa

31 gennaio 2018


Ti si arrotola la lingua in quella bocca sgranata dal linguaggio inutilmente arcaico, un babà inzuppato nei latinismi, testa quadrata, occhi a fessura e punte di ego nella capigliatura senza ripieno.