Quello in cui è finito.

Babba

26 dicembre 2017


– E quindi, cosa hai fatto poi a Natale?
– La single rivoluzionaria. E ha funzionato.


È il 24 dicembre, fattene una ragione. Poi passa e la saudade se la sciroppa tutta la Confcommercio.


di un film.
Accorsi è pessimo, veste solo camicie bianche, si muove come fosse uno starnuto bloccato, sorride finto.
Se Castellitto e Mazzantini fanno sesso come costruiscono i film, aiutoaiuto.
Insomma, la nostra marmellata di arance è venuta molto meglio, pur senza pectina e senza agar agar.

o’clock

13 dicembre 2017


– Lei disse “Può decidere di tenerla, come una coccola” e lei pensò “Non è una coccola l’autolesionismo”.
– E secondo te chi delle due aveva ragione?
– Lei, naturalmente.

Without (s)words

12 dicembre 2017

Ho trovato il trucco:

7 dicembre 2017


diventare l’albero.


Il koala si attaccò all’albero delle aspettative
ma quello non faceva i frutti e non spuntavano foglie
aveva un tronco ma era cavo
e non possedeva radici nel lì ma in un altrove senza appigli
Così presto il sostegno venne meno
e il culetto del koala rimbalzò sul pavimento

Hic not nunc

3 dicembre 2017


Un sorriso deforme
che millantava gioie
secco come sterco di cavallo
volando di bocca in bocca
si posò su un cul-de-sac
e lì rimase
ad aspettare il giorno


In una mattina cisposa dal cielo bianco, tutti con l’orologio puntato in attesa dell’ora per la quale i meteo hanno annunciato la neve, frizzantina per la musica rilasciata nelle orecchie dalle cuffiette e scoglionata per l’inizio di una giornata lavorativa trascritta con la carta copiativa, poggiata la borsa lasca sulla scrivania come Gian Burrasca, la collega tricheca col passo stanco, in preda al capolino rapido, con fare gentile e tono tra il parlare e il dormire, mi fa: 《Ecco chi mi ricordi! Isabella Ragonese!》
《Chi!?》
《Isabella Ragonese! Sai quell’attrice brava… Vi somigliate, parli come lei, avete stesso modo di fare.》
《Parlo come lei? Non è possibile, povera creatura.》
Toccare la realtà con mano è un attimo con Google, nonostante il server che non serve.
Facciamo pure finta che il mio accento a tratti ibrido possa far sfuggire le differenze tra inflessione pugliese e siciliana e, se vuoi, sorvoliamo anche sulla differenza d’età che non depone a mio favore, ma ti pare attè che se assomigliassi anche poco pochissimo alla Ragonese starei qui a scrivere bigliettini col mio nome da appiccicare sulle bic per non farmele fottere?
Suvvia.