Capovolgimenti oromatopeici

30 settembre 2017


Quando la polvere d’oro finisce in basso, in scanalature poste nei piedi, il modo per farla tornare in circolo è stare a testa in giù fermi e zitti per poi scuotersi con quell’armonia – serena o emotivamente violenta ed energica – con cui il vento si tuffa tra le componenti dello spazio fisico per farle vibrare e suonarne la musica.

2 Responses to “Capovolgimenti oromatopeici”

  1. vipero Says:

    E se poi ti da alla testa?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: