Il sì e il no. Lo spartito delle bucce

4 dicembre 2016


Come la prima volta al pianoforte:
gli accordi melodiosi e poi stonati,
le dita fluide che si inceppano sui tasti,
il ritmo che funziona a tratti, poi lo perdi, poi vi ambisci;
la fronte dritta e corrugata,
la schiena che si tende e poi si curva,
lo spartito finisce spiegazzato,
il metronomo campeggia un po’ smarrito
E il pubblico sei tu,
con qualcuna delle tue bucce ancora addosso.

Annunci

4 Responses to “Il sì e il no. Lo spartito delle bucce”

  1. vipero Says:

    Hai ripreso ad andare in palestra?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: