Per prima cosa dovete avere ben chiari i fatti; così potrete distorcerli come vi pare (*)

15 agosto 2016

La pazza gioia di Paolo Virzì


Ieri ho realizzato di aver dimenticato La pazza gioia. Quando hai un cacchio da fare – a parte lavare un tot di cuscini e inscatolare utensili da cucina – capita che ti si affastellino pensieri, un dialogo continuo, un po’ come quello dei matti.
Appunto.
I matti, quelli buoni, li adoro. Mi fanno tenerezza, annichiliscono pompandosi l’ego come bambini o soccombono sotto una realtà che li sovrasta e a cui si sottraggono: tra i mille percorsi che l’istinto di sopravvivenza suggerisce non è dato sapere quale sarà il tuo.
Nel coordinamento tra Servizio Sanitario e aspetto giudiziario, la gestione dei pazienti nella vita reale temo sia ben diversa dalla relativamente idilliaca descrizione del film nel quale, una denuncia del fatto che non sempre Il Sistema abbia ben chiari i fatti prima di distorcerli, è comunque tra una riga e l’altra del registro di una sceneggiatura che ha conquistato tanti, me inclusa. Ed E., naturalmente, con la quale c’è una compatibilità tale che la constazione del non avere nessuna delle due scampo all’orientamento eterosessuale al quale – per natura – non riusciamo a sottrarci, porta sempre con sé una nota di divertito rammarico.
Entrambe siamo state conquistate da Beatrice e Valeria Bruni Tedeschi. Mi piace la sua “voce sporca” che si anima con sfumature infantili e gaudiosamente querule. Non credo che la caratterizzazione dei personaggi femminili sarebbe riuscita così bene senza il tocco estrogeno della Archibugi. Il testosterone da solo poco può nella descrizione del femminile se vuoi renderne la frizzantezza e alienarlo dai toni cupi della malinconia e della sottomissione a convenzioni sociali arcaiche, riscattandone la fresca ironia.
Nel femminile, vissuto a pieno, non c’è Rems che tenga. Tutto sta nell’imparare a conoscerlo e a viverlo, quel femminile.

(*)Mark Twain

Annunci

10 Responses to “Per prima cosa dovete avere ben chiari i fatti; così potrete distorcerli come vi pare (*)”

  1. vipero Says:

    conoscerlo e viverlo.
    Due cose da niente.

  2. vipero Says:

    “Che ingiustissia però…”… eh, po’ esse :D


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: