Quell’uomo è una donna con il nome di due

5 luglio 2016


Non so se leggerò un altro libro di Vargas. Comunque, di certo, non lo farò tanto presto. Non perché non sia brava. Non perché la lettura si sia arenata per noia o angoscia incipiente. Credo che semplicemente non sia il mio genere. I toni che sottendono misteri cupi li ho apprezzati in Edgar Allan Poe in età scolare – immagino sia stato un caposcuola -, ma sui suoi racconti ho piantato la mia bandierina “fin qui, non oltre; forse non altri”.
Perciò invito a sperimentare voi stessi se dentro il romanzo troviate l’agio.
Dei protagonisti sono disegnati i tratti peculiari principali, sarete in buona compagnia. La trama, con tutta probabilità, vi renderà curiosi in modo da arrivare senza fatica fino all’epilogo. E, nella peggiore delle ipotesi, come è successo a me, quanto meno scoprirete chi era per davvero Robespierre. O rimarrà in sospeso un altro mistero: ma quella di Robespierre è una storia vera?

Annunci

4 Responses to “Quell’uomo è una donna con il nome di due”

  1. vipero Says:

    Ok. Vargas no. Segnato.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: