Da damigella a damigiana

14 gennaio 2016


La serratura è nel fruscio di un foglio, mi si staglia davanti, guardo attraverso e lui è lì. L’alfabeto è sfuggito al pallottoliere, “un vuoto nell’identità personale” ha aspettato anni perché  posassi su di lui lo sguardo e lo tenessi placido e fermo appoggiato su quel particolare tondo per dei minuti, a capire e a squagliarmi. Mi fa l’occhiolino: Sei tu la serratura e tu anche la chiave, in un modo o nell’altro. Apriti e riempiti a poco a poco.

Annunci

2 Responses to “Da damigella a damigiana”

  1. vipero Says:

    Si ma che te posso scrive io adesso?
    Famo così: ho letto, ed è molto bello.
    Fosse successo a me, di scoprire una cosa simile… cioè poi di aprirla quella serratura, chi ne avrebbe davvero il coraggio?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: