È come stare sott’acqua con te

21 maggio 2015


Togliere la carta da parati da tutti i muri,
perché ormai fa delle bolle giganti
come il mio vecchio costume da piscina quando mi tuffo forte;
cambiare le cialde del caffè,
ritornare a quelle già sperimentate,
mischiarle,
aspettare ominodelcaffè e parlarne in confezioni da 35 o 32;
mangiare torta gelato in scatola di latta con un buco in corrispondenza della linguetta;
scoprire che i muri sono più grandi di quanto immaginassi,
bitorzoluti e colorati in mosaici lucidi come scogli disegnati da Gaudì
e vi spuntano qua e là foglie verdi brillanti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: