FEEL THE INDIFFERENCE. A volte (i titoli) ritornano

23 gennaio 2015


Detto fra noi, io e te, all one.
Se potessi sparirei.
Se ne avessi la voglia, il tempo, il fatto.
In realtà ho un mucchio di fatto. Tanti mucchi di fatto: uno qua, uno là, uno su, uno giù.
Sono stufa dei mucchi di fatto.
Farei scadere la mia carta di identità prima della data del compleanno del 2021. Terrei solo la data di compleanno, forse Velvet, se mi miagola di essere in grado di sopportare il viaggio e un nuovo trasloco lontanissimo, insomma, se è d’accordo.
Poi farei sparire le nostre tracce, vibrisse e profumi, documenti e faldoni. A tutti, davvero tutti. Indistintamente. Lascerei le mie cose a chi ce le ha: che se le tenga, mi rimane un inscindibile cordone ombelicale, che lo si veda o no. Certa pigrizia emozionale e mentale annienta.
Pensare alla differenza tra le somme, le sottrazioni e le addizioni non interessa a molti: per lo più basta do not disturb; niente decisioni da prendere, niente spiegazioni da dare; niente di nuovo da avviare. Solo un flusso inconsciente come di un fiume d’acqua piovana in terre senza pioggia.
Così muoio. Toglimi la natura selvaggia, l’amore come lo intendo, così per istinto, e la giustizia, e muoio.
Oddio, se non me li togli muoio lo stesso, ma un po’ dopo, ecco.
Posso aprire il libro al capitolo “L’amore come lo intendo io” e capire che un buon correttore di bozze sarebbe auspicabile. Conto le palline colorate del pallottoliere.
Alone, all one.
Certe realtà sono disperanti, occhi vuoti, unghie mangiate, curiosità finte, monopaticità vera, fughe da Alcatraz e non, ginocchia che frullano nevrotiche sotto il tavolo, manie di protagonismo, astenia, agonie, pure esplosioni di ipocrisia apocrifa.
A Bruxelles non ci voglio andare. E a Lussemburgo neanche. Ma il concorso lo farò lo stesso.
Però adesso una casa l’ho trovata, all one è la casa per tutti. La geografia non c’entra niente.
Poi potrei partire e cavalcare pressocché perognidove. Come tutti.
Butto giù tutte le inutili asticelle del Mikado. E poi mi dedico a qualcosa di diversamente creativo.
Fuori c’è il sole e – more solito – che tanto basti.

Annunci

2 Responses to “FEEL THE INDIFFERENCE. A volte (i titoli) ritornano”

  1. vipero Says:

    Fb dovrebbero rinominarlo “un aforisma per tutti e per tutto”. Basterebbe pescare lì dentro qualche perla di saggezza, una frase fatta e via. Tutt’apposto.
    Invece, come tuoi solito quando esterni così, ti prende una stretta al cuore che vorresti davvero capire tutto e dirti ualà fai così.
    Ma non capisco tutto, e non so dirti cosa fare e come farlo.

    Stappiamo una birra?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: