Onirico Drăculești, lotta costante per il controllo di un trono bislacco tra il XX e il XXI secolo

1 dicembre 2014

Sottotitolo: I sogni son desideri chiusi in fondo al cuor, ma anche no


Nel mondo fuori piove tantissimo, scroscio variamente modulato in un pentagramma fradicio-melodico, parolacce di umani lontane dalle mie coltri, dalle orecchie e dai circuiti emozionali. Una pacchia.
Di giorno le emozioni sono accadimenti. Stai lì a osservarle, qualcuno ci sputa sopra, tu magari cerchi la quadratura del cerchio con le reazioni coatte, le cacci come mosche cercando di non essere proprio tu quella merda su cui ambiscono a posarsi.
Di notte è tutta un’altra storia: si rivelano in segni bluastri sulle pagine dei sogni come ne Il nome della rosa, indizi pulp-gotici per scoprire arcani lì lì dall’essere svelati. Quando l’anima corre il rischio di amputazioni anche infinitesimali, arriva di notte e ti tira le orecchie, foss’anche travestita da fico d’india con le mutandine di pizzo, stanne certo.
Di giorno giochi con lo skate sulle curve della vita o stai fermo in affidamento pigro ai neuroni a specchio.
Con il calar della notte i neuroni fanno la staffetta, arrivano gli amichetti nottambuli, con un carico di simboli e stimoli che i Re Magi in confronto trasportano pivellame.
Così stanotte ho pomiciato con un Drăculești, che era il mio compagno (termine retrò) il quale per venirmi a far visita, a quanto pare, non aveva altre alternative se non quella di tirarsi su da una botola del pavimento presentandomisi con volto ceruleo e canini sporgenti. Eravamo perplessi entrambi, lui un po’ rammaricato, io in affabulazione con le residue facoltà cognitive. Si tenta il bacio, i suoi canini mi prudono il labbro inferiore, fritto misto di inquietudine e disagio blando. Son quasi le sette e mezza di sera. Lo guardo, ho deciso: “Ascolta, vado a comprarti due belle bistecche prima che il supermercato chiuda: non ho voglia di correre il rischio che mi tiri via tutto il sangue residuo.”
Concorda.
Direi di aver instaurato un dialogo proficuo con il mio endometrio.

wpid-stemma-di-bislacchia.png.png

Annunci

5 Responses to “Onirico Drăculești, lotta costante per il controllo di un trono bislacco tra il XX e il XXI secolo”

  1. vipero Says:

    Hai provato a giocare qualche numero?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: