Né farmaci né equivalenti: tutt’al più un po’ di taurina

6 luglio 2013


Ci sono occhi brillanti, e fermi, e ironici in cui si sta così comodi –  come seduti su un prato, il cielo blu sopra e scherzare; come avvistare una spiaggia libera e accogliente invece che brulla e recintata – che vorresti il tempo si fermasse almeno un po’. Poi il tempo non si ferma e anzi diventa il quarto compagno nel tragitto fino alla stazione, fischia quando il treno sta per partire, strizza l’occhio anche lui quando stai per andare. Però, chissà com’è, ti senti addosso un sorriso da cartone animato e nei didentri come se avessi assaporato una pillola di bellezza, mentre il tempo, lui, ti siede accanto scorrendo sulle rotaie e poi in auto e poi su strade che ricordi appena, tra altri volti, si infila in un panino al volo, e va avanti a tempo di jazz.

Annunci

4 Responses to “Né farmaci né equivalenti: tutt’al più un po’ di taurina”

  1. l'eco di Cerignola Says:

    Stamattina, qui a Cerignola, c’erano: un oculista, un bagnino, un cronometrista, un capostazione, un cartoonist, un farmacista, un salumiere ed un jazzista. Non sapendo cosa chiedergli, sono andato sul sicuro: “vi piace Cerignola?”
    “Sì, è proprio un bel post.”

  2. vipero Says:

    “Perchè Cerignola, ti mette le aaaliiiii!”…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: