Perché “recensione” non deriva da “recente” e, soprattutto, da me è alla deriva

19 novembre 2012

Giorni e giorni e giorni fa ho visto Cogan; subito dopo mi son chiesta Perché ho visto Cogan e non sono andata a vedere Nemo?
Con quelle pallottole al rallentatore ed i personaggi un po’ Coen in quell’America dalle atmosfere alla Cormac McCarthy d’oggigiorno, coi gigi americani in sottofondo, essi stessi sottofondo della propria campagna elettorale, cos’hai da dire di più che non scorra già sotto le polveri e i meteoriti in ologramma di una propaganda politica? Un cortometraggio sarebbe stato sufficiente e anche fico: cioè, il film, per quanto mi riguarda, è durato pure troppo mettendomi addosso una tutina sottile sottile di ansia che manco Seven.

Poi ho visto Nemo e mi son chiesta Com’è che non mi sono accorta che è solo la versione 3D del Nemo che ho già visto?… Una specie di domanda retorica, giusto per non chiedersi esplicitamente com’è che ci si sia rincoglioniti fino a tal punto. Però Dory è tanto carina e io l’adoro; per di più mi han dato degli occhialoni blu per la terza dimensione che sono uno spasso. Viva viva l’olio d’oliva.
Fine.

Annunci

2 Responses to “Perché “recensione” non deriva da “recente” e, soprattutto, da me è alla deriva”

  1. vipero Says:

    ciuaaaaaaooooooo coooooomeeeeeeeee vvvvvvvuuuuuaaaaaaaaa????

    (ebbene sì, anche io parlo il balenese)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: