Drughi alla moviola colorati crescono

27 ottobre 2011


E assumono la colorazione grigia del disincanto.
Non è un peccato?

Tutta la prima parte del film è colorata di verde brillante, arancione brillante, gli occhi celesti di Sean Penn ancora più celesti, il rossetto rossorosso, il nero scintillante; nei fotogrammi finali si spegne nel bianco freddo di una vendetta e nel bigio poi, come un interruttore che – clic!

Così ho pensato.

L’adulto che non integra il bambino con le sue sfumature cromatiche non è l’adulto che vorrei per il mondo, né per quello fuori, né per il mio mondo interiore: è rassegnazione a qualcosa, supposta scontata perché spaventa e irretisce meno di una relazione libera con Possibilità che quel qualcosa in realtà non esista.

Poi ho letto.

«Nel momento in cui si diventa prevedibili, non si può più essere liberi.»
(I Am That, Nisargadatta Maharaj)

«A volte nudi, a volte pazzi,
Ora dotti, ora tonti,
Così appaiono sulla terra
Gli uomini liberi.»
(Adi Śaṅkara)

Quindi ho concluso.

This must be the way.

Annunci

2 Responses to “Drughi alla moviola colorati crescono”

  1. Vaniglia Says:

    :-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: