Perché a me l’escherichia coli mi fa un baffo

16 giugno 2011

Faccio il virus, batterio virulento.
Lecco il nastro trasportatore dei ricordi. Ricordi come uova, uova sode, plastica, carne e distintivo, pernacchie dalla salmonella.
Starnutisco e faccio il virus incazzato e triste. Incazzato perché è triste e triste perché incazzato.
Pantaloncini da virus, maglietta di virus, mutandine da virus.
Mi rimprovero soprammobile nella mia vita, ingoio come il serpente un topo.
Polvere sulla polvere alla polvere, piumini antistatici saturi si dilettano in acrobazie da pon pon girls gorgheggiando l’inno alla rigenerazione.
Posso allontanarmi anni luce e chilometri buio, metaforizzare in simboli tutti i no rimasti ingrippati e le amnesie analgesiche, ma se non salto giù da quel nastro rimarrò pollo di gomma con una trombetta al posto del cuore che suona, impazzito, ad ogni strozzatura del percorso.
D’altronde io sono una che le preghiere può recitarle solo così: circostanze invalidanti.

Annunci

10 Responses to “Perché a me l’escherichia coli mi fa un baffo”

  1. vipero Says:

    Ti si è bloccato il nastro alla cassa del Lidl?

  2. ecudielle Says:

    che invidia per la tua vita così felice da cercare scuse e malessere per non attirare le arpie

    • ms.spoah Says:

      Se il tuo commento fosse un film avrei bisogno dei sottotitoli, ma di sicuro li leggerei in una lingua diversa, perché questa non mi piace e non so neanche bene se vuole essere letta. E questo non significa che sia sbagliata, ad ogni modo.

      • ecudielle Says:

        sono contenta che non ti piaccia. se pensi che io stia dicendo cattiverie di cui poi mi pento, sai che stai mentendo. perché? boh.

        la felicita (contentezza? unità di carne e spirito? dialogo pacifico dei due emicervelli?) è un diritto per cui vale la pena sbattersi non un caso. Non guardare bene bene bene a quello che hai voluto trovato e coltivato (tu tu, non un tu generico) e preferire velarlo dietro vari paturnismi come fai qui mi pare una vanità al contrario. Parlo per esperrienza. perché? boh

        l’invidia è una forma estrema di desiderio. e non è illegale se non nei canoni cattolici.

        La sfqcciataggine della tua iconcina merita di essere incarnata. è ora

        (il mio karma mi chiede di essere vera e di cantare la bellezza. sono qui perché c’è una canzone)


  3. io invece noto questa presenza sicura del cibo, più o meno salubre


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: