Guerra

22 marzo 2011

L’uomo, immobile, era cieco
Aveva un dito sull’aggeggio dei bottoni
e l’altro sui bottoni dell’aggeggio
Non conosceva nessuna lingua
e nessuna lingua conosceva lui
Erano muti i giorni
sordi i vivi
e i morti urlavano in silenzio.

Annunci

6 Responses to “Guerra”

  1. lupopezzato Says:

    comincio a pensare che per sopravvivere non bisogna sorprendersi più. chi sa non si sorprende. ma chi sa, che sa? sa che invece di rimboccarti le maniche ti conviene tirarti su i pantaloni e guardarti le spalle.

    • ms.spoah Says:

      A Bari hanno organizzato una Settimana del benessere psicologico nell’ambito della quale la GIORNATA DELLA MEMORIA diventa “esplorazione delle funzioni
      mnestiche degli over 50”.
      Stringerò la cinta in vita e mi guarderò le spalle.

  2. Vaniglia Says:

    Hai scritto una cosa che meriterebbe di essere dipinta…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: