Bagheria

12 gennaio 2011

Solo tre tavoli apparecchiati. Ci accoglie un uomo dinoccolato con i pantaloni a quadri bianchi e neri, volto squadrato alla Corto Maltese; ci serve il suo collega, alto, un uomo di quelli con gli occhi piccoli ma che li vedi bene, camicia a quadrettini rossi fuori dai pantaloni. Tra una portata e l’altra mangerà anche lui seduto nel tavolo laggiù in fondo con tre amici. Sembrano strappati da un libro di McCarthy e mollati lì a raccontarsi e raccontare.
Mentre mi sto chiedendo Chi sono le donne di questi uomini?, uno di loro esordisce:
“Dicono che il futuro è delle donne… ”
Le polpettine di sarde alla mentuccia sono buonissime, vi regalerei una lumachina, ma ho solo il guscio. Loro ci hanno regalato il vino e una stretta di mano di quelle che te le ricordi volentieri.

Annunci

4 Responses to “Bagheria”

  1. Anonimo Says:

    ti amo tanto anche per come scrivi. e le polpette di sarde sono la mia madeleine. prometto però di non scriverci su sette romanzi pugnettosi

  2. evasoxcaso Says:

    Mi pare un ottimo regalo. Meglio la stretta di mano del vino, però. :-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: