Dalla fruttivendola e nipote. La nipote a un certo punto sparisce ingoiata da un supermercato

19 settembre 2010

UOVA BIANCHE, recita il cartello che campeggia di fronte all’ingresso.
Una signora si rianima con un Uhhh, da quanto tempo non ne vedo… ! Aggiunge pure quelle agli acquisti e va via.
Moi, un occhio qua, un altro là, orecchie ovattate un po’.
Uomo che inforca occhiali da sole nella penombra: “Le hai comprate le buste?”
Signora fruttivendola: “Ma sì!”
Uomo che persevera nell’inforcare occhiali da sole nella penombra: “Gli indiani, gli indiani reclamano le buste… stanno come tigri del Bengala!”
Signora fruttivendola: “Le ho comprate le buste…  Cosa prende?”
Oltre alle uova minimal? Mmmmh… “Un’insalata…”
“Le va bene la lattuga?”
“Sì, grazie.”
Ma sì, va bene
la tuca tuca
E se qualcuno ruba un fiore per me che sia un broccolo con le alucce.

Annunci

4 Responses to “Dalla fruttivendola e nipote. La nipote a un certo punto sparisce ingoiata da un supermercato”

  1. Vaniglia Says:

    Riesci sempre a soddisfare il mio affamatissimo bisogno di ermetismo :-)

    • ms.spoah Says:

      Non diciamolo alla fruttivendola però, caso mai aggiunge pure il soddisfacimento di questo bisogno all’Imposta sul Valore Aggiunto :-D
      Il dialogo è riportato tal quale, giuro. E pure tutto il resto :-))

  2. simo Says:

    Biiiisogno?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: