Enter title: here

3 settembre 2010

Aveva scritto un libro.
Ma solo nella sua testa.
Che era sostenuta dal collo.
Che era poggiato sulle sue spalle.
Che erano posizionate sul suo torace.
Che condivideva lo spazio con le tette.
Che salutavano l’ombelico.
Che guardava scendere pipì, quando pipì scendeva.
Che scendeva da quel foro tra le gambe.
Che finivano coi piedi.
Che i piedi continuavano.
A camminare.
Finché c’era vita.
E strada da fare.

Annunci

6 Responses to “Enter title: here”

  1. evasoxcaso Says:

    Nella mia testa ho scritto centinaia di libri, ma la pipì non mi scende da nessun foro. Credi sia grave?

    • ms.spoah Says:

      No, la verità è che credo che il foro da cui esce la pipì ce l’abbia pure tu sia pure posizionato su una propaggine che a me manca :-D

  2. Vaniglia Says:

    Se m’avessero detto che un giorno mi sarebbe potuta piacere una strana poesia in cui si parlava di ‘tette che salutavano l’ombelico che guardava scendere la pipì che usciva da quel foro tra le gambe’ non c’avrei creduto…

    • ms.spoah Says:

      Se m’avessero detto che un giorno avrei potuto sentire profumo dolce di vaniglia via internet non c’avrei creduto…
      Grazie :-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: