The ghostwritten

5 maggio 2010


Scoperta senza attacco


Quel mercoledì di aprile che era quasi maggio si svegliò con quello strano sapore di antico e ancestrale in bocca e l’odore del brodo di cipolle era anche nella pipì della mattina.
E si vive lanciandosi le pietre… , si disse.
Come se il mio nome fosse stato scritto nel libro della mia storia senza vocali: Ctrn… Rivoglio le mie vocali.
Seduta sulla tazza del water ancora senza ciambella, pensava.
Sono nata di mercoledì. E’ uno strano giorno, piazzato lì a metà della settimana. Non troppo lontano da ciò che è stato e neanche da ciò che sarà. Sta nel mezzo.
Non le erano piaciuti mai i giochi di potere e neanche i giochi di prestigio. Nelle partite a dama con suo padre riusciva a mangiare solo poche pedine e quando aveva fame perdeva l’appetito.
Sai giocare a scacchi?, le aveva chiesto.
No.
Ti insegno. Vuoi imparare?
No.

In realtà ci aveva già giocato, a modo suo. Saltando da una casa all’altra, cercando di smussare gli angoli dei quadrati, a tratti, prigioniera isterica della dicotomia bianco/nero. Alla fine la sua scacchiera era diventata un patchwork al quale continuava ad aggiungere irregolari componenti colorate, cucite con cura maniacale quand’era più piccola e poi alla rinfusa… ed ora? L’obiettivo era far diventare gli avversari compagni di gioco: un piacere sottile infinito, cucito sulla vita.. Era più serena, ma il mondo fuori, quel mercoledì, le sembrava in guerra. Rigidi pedoni bianchi del bene, non meno inquietanti dei soldatini neri del male. Il mondo soffoca, per anossia da sfumature.
Vetro, pietra, cuoio o metallo?
No, no… Voleva una scacchiera morbida, sicché aveva piazzato cuscini sovradimensionati in cerchio e lì ci si poggiava.
Quando ci vediamo?
Di mercoledì. Ogni mercoledì. Vuoi?
Era un sì quello che aveva pronunciato, ma pesava pesava pesava. Insomma, non sarebbe stato facile giocare quelle partite.
Un sacco di struzzi hanno già ingoiato quintali di sabbia… Sì, ci vediamo qui. Ogni mercoledì.

Parallel lines

Annunci

12 Responses to “The ghostwritten”

  1. vipero Says:

    dillo a me.
    Il mercoledì è sempre uno strazio, tra champions league (quando j’aah famo) o finali di coppa Italia.

  2. ms.spoah Says:

    E com’è andata?

  3. vipero Says:

    uno strazio, appunto.

  4. ms.spoah Says:

    Uno stra zio a punto.
    :-D

  5. stranger Says:

    scrivo per lasciare traccia….non posso, non posso proprio commentare (non saprei cosa….), ti posso dire una cosa? ma che minchia vuoi dire in questo post??????? :-))))

  6. vipero Says:

    il senso è chiaro: sia come sia, il mercoledì è uno strazio, appunto.
    oppure uno stra zio a punto.

    non c’è scampo.

    • ms.spoah Says:

      Però io sono nata per davvero di mercoledì… Dammi una via di scampo. Alla griglia.

      • vipero Says:

        Linus: “è subdolo, un giocatore intelligentissimo, capace di mosse ardite e micidiali.
        chissà a cosa starà pensando ora,
        a quale tattica…”.

        Snoopy: “Non mi ricordo mai…
        io ho i bianchi o i neri?”.

  7. evasoxcaso Says:

    A me il mercolrdì non dispiace, ti dirò. E quando gioco a scacchi non arrocco mai, che se devo morire lo voglio fare da eroe. Almeno negli scacchi.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: