“Guardami”

11 febbraio 2010


In questi giorni sto vivendo in un film di Denis Arcand, con l’unica differenza che il clima malinconico ironico impastato, con l’unica differenza che al senso critico acuminato; con l’unica differenza che non mi è chiaro chi abbia scritto la sceneggiatura e mi dimeno ostinatamente alla ricerca di un inizio; e di una fine, essendo l’individuazione di un fine al di là delle mie possibilità o semplicemente scontato al punto che non ha senso ragionarci su.

In questi giorni sto vivendo come in un film di Denis Arcand, in cui un gruppo di persone legate da un rapporto d’affetto supportato da ricordi e pezzi di vita condivisi, si riuniscono intorno a chi sta morendo e i dolori si mescolano ad un’allegria romantica; con l’unica differenza che.
In vista di un trasloco che neanche mi riguarda, ho scoperchiato la scatola dei ricordi per capire che ero invisibile a me stessa per almeno tre quarti.
E davvero, forse, mi sono nascosta così bene che mi sarà estremamente complicato ritrovare tutti i pezzi e riassemblarli senza sembrare un quadro di Picasso.

Ho capito che – a dispetto di quanto mi sono raccontata – molte cose non le ho imparate né da mio padre né tanto meno da mia madre: molte cose le ho amate con tutta me stessa probabilmente solo in virtù di quel patrimonio di spasmodico desiderio di vita, passione e amore per le risate schiette che anima il primo sguardo di ciascuno di noi.

In questi giorni sto vivendo come in un film di Denis Arcand; con l’unica differenza che continuare a sentire voci di persone che non posso toccare crea un enorme buco nello schermo e per ricucirlo dovrò riscrivere alla svelta la sceneggiatura, di mio pugno. Anche sul naso, all’occorrenza.

Sto vivendo come in un film di Denis Arcand, ma se sto vivendo, tutto sommato, va bene lo stesso. Altrimenti no.

Annunci

2 Responses to ““Guardami””

  1. evasoxcaso Says:

    Sono molto d’accordo sull’ultima frase. E lo sarei anche se il film fosse dei Vanzina.

  2. ms.spoah Says:

    :-) I Vanzina avrebbero detto “La vita è una cosa meravigliosa”… Occhei, dai, posso farmene una ragione :-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: