Spirit of adventure up and down. (Dove si dirige il dirigibile)

19 ottobre 2009

Occhiali sovradimensionati ingrandiscono occhi di bambini, bambini che atterrano su terre sconosciute, guardano il mondo come attraverso una lente di ingrandimento.
Trent’anni dopo realizzo che Rodari non era un gigante, ero io ad essere minuscola e ciò che di realmente gigante c’era, era la mia estrema timidezza e la gioia negli occhi spalancati davanti ad uomo che ho adorato e che mi ha aiutato a crescere annodando qualcuno dei miei sogni ad un palloncino colorato. E lei che urlava la voglia disperata di continuare a vivere, disposta persino a barattarla con il suo desiderio più grande, quello di trovare il suo uomo, non era una signora, ma una ragazza di appena venti anni. Sua madre ancora porta il lutto inutile di quel desiderio non esaudito.
Ancorati al passato è più difficile volare; trascinate da un ieri lontano, attualizzate, le paure di quando eravamo bambini si trasformano e si riproducono in gigantografie. Se le guardo da vicino capisco che nel mondo lillipuziano dell’infanzia tutto sembra estremamente più grande. Ciò che ci opprimeva allora lo si può scartare come un cioccolatino, leggergi ciò che davvero c’è dentro e ridimensionarlo.
Ciò che ci rendeva felici lo si può ancora sperimentare.
Me ne convinco.
Me ne convinco, accasciata su una sedia con le braccia lungo il corpo, il pugno non più serrato attorno ad una spada che non taglia, a chiedermi se sono tenace o troppo lagnosa; spaventata o in subbuglio per sensibilità alterata.
Pacifico.
Si passeggia attraverso giorni di vento, pioggia e sole, di miriadi di pensieri, incontrando persone disperanti o disperate con quella fottuta paura di incontrare la propria anima.
I bambini al cinema saltavano sulle poltrone schiacciando pop corn, in ansia per l’uccello colorato; i grandi forse avrebbero potuto pensare al serpente piumato che parla di fumo di incoscienza e di sogni e un flauto che suona: quello di Medeghin.
Una medaglietta mancante tra le tante appuntate sul petto di un piccolo scout cicciottello, passa attraverso il cervello e arriva al cuore, così come la dolcezza armonica di sogni condivisi e vissuti in due.
Conto le auto blu e conto quelle rosse, ma le conto oggi.
Incaponirsi, camminare in avanti seguendo il ritmo imposto dalle lancette continuando a tenere il collo in torsione di 180° gradi come minimo costa un torcicollo, nevralgia, nervi tesi.
Ho visto genitori arrotolati, girelle di zucchero, sui propri figli e mi è sembrata una fuga.
Se ho paura? Sì, anche, almeno un po’.
Ma le risate a crepapelle tra un punto interrogativo e l’altro, tra un dubbio e un batticuore, tra l’uggia e il sole, non sono risate isteriche.
E’ già qualcosa.
up_poster

 

Annunci

14 Responses to “Spirit of adventure up and down. (Dove si dirige il dirigibile)”

  1. crudelia Says:

    fino a un certo punto ho seguito…e pure ho creduto di essere d’accordo!!! poi mi sono persa!!! ma pazienza, per il 50% almeno ho capito!!!! hupppy!!!!!!!
    in sostanza, però il film ti è piaciuto eh eh eh

    • ms.spoah Says:

      Mi piace molto l’inconcina da Cugino it sbraitante che wordpress ti ha affibbiato…E’ proprio tale e quale a te quando rimproveri Swiki…
      :-DDD

  2. straniero stranito Says:

    le migliori recensioni cinematografiche le trovo qui. tutto il resto non si capisce ma ci piace a noi assai, come la titolare di sta rubrica. (ecco sto commento l’avevo messo al post di prima….ma ancora devo capire sto posto io).

    • crudelia Says:

      non ti fidare di queste recensioni….la padrona di stà rubrica è totalmente inaffidabile!!! :-))
      e ingarbugliata
      e stramba
      e e e e e
      e com’è che è mia amica??? mmmmmmmm
      temo di aver qualcosa in comune!!
      help!

      • ms.spoah Says:

        Di sicuro abbiamo in comune un trascorso lavorativo con una psicopatica psicolabile che assomigliava ad Hulk, una che, fosse stata verde, sarebbe forse apparsa più gradevole d’aspetto…

    • ms.spoah Says:

      Straniero, confessa: tu non leggi altre recensioni…Che poi definire le mie recensioni è un’estensione arbitraria del significato del vocabolo, diciamocelo :-D

      • straniero stranito Says:

        ebbene si, maledetto carter hai vinto anche stavolta, non ho letto altre recensioni su sto film o cartone che sia.
        allora regrediamo le tue “recensioni” in “minchiatine”, va bene?

  3. evasoxcaso Says:

    I bambini al cinema spesso si tappavano gli occhi con tutte e due le mani e lasciavano aperta solo una piccola fessura come se in quel modo la paura potesse diminuire. E facevano di corsa la strada del ritorno a casa, dimenticando i pop corn e tutto il resto…..

    • ms.spoah Says:

      Qualche volta neanche la piccola fessura, ti dirò…Che quando gli Squalo uno, due, ennesimo pasteggiavano con gli arti dei bagnanti, non ce la facevo a guardare il mare che da blu diventava rosso….Pauuura! Però niente pop corn, mai :-)

  4. no.snob Says:

    I bambini al cinema è bene che ci vadano…ecco.

  5. ms.spoah Says:

    E infatti, ci sono andata… :-)))

  6. crudelia Says:

    ho anche capito chi è Swiki….!! è da dove deriva il nome che non capisco!!! comunque nonostante i rimproveri mi è sempre amica :-D e vuole tornare a far da baby sitter alla nuova micia. praticamente hai acquisito due cozze!!!
    per Hulk..ecco, forse un’esperienza così crudele contro le forze del male non potrà mai farci mettere una contro l’altra perchè sappiamo cos’è la follia pura…ah ah ah
    per l’icona: come si permettono questi di darmene una a caso?????????
    anche se poi non è così male
    e poi smettila di usare parole difficili che ho già il mal di testa, il cielo è grigio e pesante, ho sonno e se leggo certe cose mi vien da consultare il vocabolario!

    • ms.spoah Says:

      Swiki è l’antienciclopedia, è il diminutivo di Swikipedia
      Velvet non è mica tranquilla come Smilla, che-si-sappia… :-)))


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: