21 settembre 2009

Scoglio_dell_eremita
Dormo dormo cuscino vicino sono nel sogno lo sento verdino squilla risquilla rispondo sbadiglio mi connetto col mondo spiando serranda c’è luce nei buchi quegli occhi soffusi aperti sul giorno rispondo poi ascolto.
ES, la voce della natura nell’animo dell’uomo.
– Maaare?
–  Che ora è, a che ora andiamo, tra quanti quarti d’oooraa?
Dice fai presto che arrivo non farmi aspettare ci penso poi conto i minuti a gruppi di dieci ci stan dentro le cose che mi tocca fare? ci stanno ci stanno ma prima il caffè e poi sì vabbè mi muovo mi sbrigo e l’acqua è nel frigo la bici è in cortile le ruote con la loro precipua sindrome senile.
TEMPO, la dimensione nella quale si concepisce e si misura il trascorrere degli eventi.
– Vabbuò.
Le bici son lì, accostate al muretto; la pompa più in là non ha un bell’aspetto.
La guardo la provo coi suoi pezzi smembrati annientato condiviso utilizzo immagino un artefice pacato nel suo sonno-me-ne-infischio non taglio non cucio che faccio m’incazzo? No. E’ il menga-riverbero del lasciar lì una cosa che sì mi appartiene ma se la usa anche un altro per me va bene per poi scoprire invece che non va bene penniente che civiltà non dà resto in questo contesto.
– Le ruote sono troppo sgonfie, così non c’arrivi.
– Sì che c’arrivo.
– No che non c’arrivi.
– Ma allora andiamo qua vicino? Però…io dico che c’arrivo, maddai che c’arrivo.
– No che non c’arrivi.
– Sì che c’arrivo.
– Andiamo in macchina…?
– Mmmh…occhei, prendo le chiavi.
Al semaforo c’è quell’incrocio che puoi andare dritto o girare a sinistra e di là vai a nord e di qua vai a sud ed ho dieci euro e lui ce ne ha cinque e tutto sommato andare lontano sullo scoglio più alto…
– Certocheasaperlochesiprendevalamacchinaandavamoa…
– Allora andiamo.
Giro all’improvviso, si illumina il viso.
A sud nuvolaglia, Mercalli si sbaglia? Ormai è una gita… Se c’è il sole mi tuffo, se va male non sbuffo si fa la sosta per il caffé speciale e la sublimazione palatiale.
Le nuvole decidono, passeggiano altrove.
Tutt’intorno c’è…
RA, il Dio-Sole.
Il mare è sottile, gli scogli deserti; né caldo, né freddo. Stagione di mezzo fa quel che le pare.
“Meraviglia di tutte le meraviglie”, gorgheggio verso l’eremita e la sua croce.
Inseguendo goccioline mi distraggo tutt’a un tratto così mi chiedo se li seguissi con la matita congiungendoli di soppiatto? sai che bel disegno astratto, non si capirebbe niente, sarebbe divertente non sono neanche numerati …
NEI, macchioline della pelle tondeggianti; leggere imperfezioni, lievi difetti
Farfuglio di bisbigli, bisbigli raccontati, un pensiero io lo vedo si fa avanti quatto quatto tra i difetti specialmente ne ho uno qui attinente: scurdatizza scurdatizza, non l’ho mica la patente!

Fa niente.


evasoxcaso
evasoxcaso il 21/09/09 alle 09:46 via WEB
Questo è un bel post, devo dire. Lo trovo perfettamente attinente con la stagione in cui stiamo entrando. Che l’autunno però, fa cagare. Il post invece è bello. Niente. Sta piovendo. D’altronde è autunno. Te lo dicevo che l’autunno fa cagare. Il post invece, è bello.
ms.spoah
ms.spoah il 22/09/09 alle 09:15 via WEB
^___^
…Che come risposta al tuo commento, ammetto, è laconicalaconicalaconica…però, lo vedi, è o non è una bella faccina….?
Grazie :-))
(Oggi pioviccica pure qua…sob.)
stranieronellanotte
stranieronellanotte il 21/09/09 alle 15:23 via WEB
minchia la patente!
ms.spoah
ms.spoah il 22/09/09 alle 09:17 via WEB
O patente di minchia? (ehmm)
stranieronellanotte
stranieronellanotte il 22/09/09 alle 11:04 via WEB
o la patente della minchia??? (ehm …cioè..si già..io)
ms.spoah
ms.spoah il 22/09/09 alle 13:49 via WEB
Abbiamo bisogno di andare a dormire. Almeno io di sicuro…Yawn
stranieronellanotte
stranieronellanotte il 22/09/09 alle 15:39 via WEB
non te lo voglio dì, ma io sono appena tornato dapranzo a casetta con relativa pennica……echettelodicoaffà!!
noraa66
noraa66 il 21/09/09 alle 22:06 via WEB
ussignur che lungooo!! ma vi siete messi tutti d’accordo oggi? post chilometrici… e allora non lo leggo… neanche questo :-)))) ma ti bacio, cucciola :-)
ms.spoah
ms.spoah il 22/09/09 alle 09:18 via WEB
Tanto il riassunto te l’avevo già fatto in anteprima via sms: sono andata al mare e ho fatto il bagno. Tutto qua. Baciooo :-DD
no.snob
no.snob il 22/09/09 alle 00:33 via WEB
Tatà! Da piccina univo sempre le gocce di condensa che si formavano sui finestrini dell’auto e poi cercavo di convogliarli in un’unica super goccia. Col passar degli anni peggioro solo…
ms.spoah
ms.spoah il 22/09/09 alle 09:22 via WEB
Uuuuuuuuuuhhhh, quella cosa lì succedeva alle gocce di pioggia sul vetro dell’autobus (che quand’ero ragazzina ancora usavo gli autobus, mica i treni…quelli sono arrivati subito dopo i diciott’anni…) Mi incantavo ad osservare le gocce che convogliavano le une nelle altre spinte da altre gocce di pioggia e dal vento in un movimento a volte a scatti a volte alla moviola…Cosa mi fai ricordare…! :-)
lupopezzato
lupopezzato il 22/09/09 alle 16:55 via WEB
Anch’io mi sorprendo a guardare le gocce che entrano in altre gocce fondendosi. Fusione fredda. Esiste.
ms.spoah
ms.spoah il 22/09/09 alle 17:25 via WEB
Chissà perché, scritta così da te, rimanda ad altre sensazioni ancora.
Sì, fusione fredda. Esiste.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: