I bambini questi sconosciuti e i regali, quelli inaspettati

17 luglio 2009

Martina ha occhi azzurro bottiglia poggiata nel mare che illuminano la carnagione brunita dal sole; labbra di bambina spessissimo si dischiudono in un sorriso che non sarà mai uno spreco ecologico nonostante faccia luce per un raggio di chilometri.
Lei è alta un metro meno un soffio e si racconta tutta o quanto meno quello che adesso sa.
Sai? Oggi vado al mare con mio cugino. E tu, tu ci vai al mare?
Ieri mi ha visto non appena ho varcato il cancelletto di casa con la mia borsa di tela della spesa a tracolla e ha cominciato a correre nel suo vestitino fucsia coi volant; i suoi diamantini blu si vedevano da lontano.
Ed io che pensavo Ma dove andrà?
Poi ha allargato le braccia.
Ed io che pensavo Ma che farà?
Come quando…
Come quando a Lecce dopo venti giorni di studio torrido come mai, fitto fitto fino alle due del mattino e poi il trillo della sveglia solo tre ore dopo; lieve beneficio il fazzoletto bagnato intorno alla fronte, dopo un paio di minuti Libeccio l’aveva già inaridito. Disperatamente incollata ad un libro che pareva un vocabolario coi mille e più fogli sottili e noticine a tergo da mandar giù insieme a tutto il resto.
Come quando il Capo Bianco disse “Trenta” ed io non reagii ed io non capii e lui mi guardava incredulo e poi mi disse Signorina, ma non è contenta? ed io mi voltai stordita a cercare una signorina dietro di me che non c’era…e poi risposi imbarazzata mettendo una x da qualche parte nella mia mente per la figura di merda numero vattelapesca.
Come allora una parte di me ha percepito quella sinapsi che comandava di voltarsi, ma non le ha dato seguito: son stata lì con lo sguardo davanti a me continuando a procedere verso il portone, finalmente incappando nell’abbraccio di Martina abbarbicata entusiasta alle mie gambe. E me la son goduta – carpe diem – oggi le va così, domani chissà.
Lo sai che sono riuscita ad avere l’autografo del cantante, poi?
Ma che brava, sei contenta allora?
Sì.
Lei è contenta nel suo mondo, quel mondo che non è intaccato dallo sguardo burbero di un padre un po’ così e dal broncio dei fratelli; quel mondo in cui scorazza col suo vestito fucsia e la piccola bicicletta senza rotelle.

I bambini non sono di nessuno.
Loro ti scelgono e tu sei fottuto.


 
NuovaDestinazione
NuovaDestinazione il 17/07/09 alle 10:14 via WEB
Sorrido sull’ultima frase … io e i bambini abbiamo uno strano feeling e, come ti senti tu, quando il loro sguardo cade su di me … so , intensamente , di non avere via di scampo : esattamente … fottuta … mi piace come scrivi … dolce vita a te
 
 
 
ms.spoah
ms.spoah il 17/07/09 alle 11:13 via WEB
Grazie…Fellinianamente e metaforicamente, bagno notturno nella fontana di Trevi mi aggrada :-)
 
 
evasoxcaso
evasoxcaso il 17/07/09 alle 13:04 via WEB
I bambini, quelli veri, sono sempre bambini anche a settant’anni. I bambini creano un mondo e poi lo distruggono. I bambini sono esseri fortunati, solo che non lo sanno….
 
 
 
ms.spoah
ms.spoah il 19/07/09 alle 22:02 via WEB
Ormai è chiaro che non sono padrona delle mie associazioni mentali…Il fatto è che mi è venuta in mente questa…Sono grave!?
 
 
noraa66
noraa66 il 17/07/09 alle 13:24 via WEB
i bambini non sono di nessuno e hanno il cuore puro… il loro cuore ha la capacita’ di riconoscere i cuori puri cui aggrapparsi ogni tanto. ma non possono scegliere. bacio bella tusa, mi hai fatto piangere oggi
 
 
 
ms.spoah
ms.spoah il 19/07/09 alle 22:08 via WEB
Bella tusa, a volte aggrappandosi stracciano pure i maroni e poi ci sono volte che fanno certe cacche puzzolenti che piuttosto che pulirgli il culo vorresti morire (adesso ridi, però!)…certo Filippo esagera…ma mò c’arrivo pure a lui… :-)) Baci
 
stranieronellanotte
stranieronellanotte il 17/07/09 alle 16:33 via WEB
eri te che andavi incontro a te?
 
 
 
ms.spoah
ms.spoah il 19/07/09 alle 22:09 via WEB
E no! Sai che pppalle! :-))
 
 
lupopezzato
lupopezzato il 17/07/09 alle 17:20 via WEB
Per un momento l’ho pensato anch’io che fosse una bimba col vestitino fucsia che correva incontro ad una bimba fucsia. Ma non credo sia così. Si vuole bene ma non fino al punto da scegliersi. (e sbaglia).
 
 
 
lupopezzato
lupopezzato il 17/07/09 alle 17:24 via WEB
post bellissimo. molto bellissimo.
 
 
   
ms.spoah
ms.spoah il 19/07/09 alle 22:17 via WEB
Lupo buonissimo. Molto buonissimo. slurp…Firmato,
Cappuccetto Rosso in una favola capovolta :o))
 
 
 
ms.spoah
ms.spoah il 19/07/09 alle 22:14 via WEB
Il vestitino fucsia è una coincidenza, in effetti. Ed io non c’entro una cippa lippa. E qui c’è un Lupo che conosce bene anche l’idraulica dei moti dell’animo :o) Ah, tra l’altro ho dovuto chiamare l’idraulico strano venerdì…Non ti dico quanto c’ho impiegato per fargli capire che il tubo del rubinetto perdeva…Poi mi ha detto che il detersivo in polvere aveva otturato un po’ il lavandino…Che secondo te ha cambitao idea quando gli ho fatto presente che non uso detersivo in polvere? Tsè, figuriamoci!…
Ero in vena di chiacchiere…mi sa… :o)))
 
 
cingomma
cingomma il 18/07/09 alle 11:06 via WEB
Mi spiace ripetermi ma anch’io come Straniero e Lupo ho avuto l’idea di una bimba in fucsia che incontrava la bimba fucsia. .. Martina ha scelto bene! Anzi Benissimo!! :-))
 
 
 
ms.spoah
ms.spoah il 19/07/09 alle 22:18 via WEB
Mah, i bambini sono ingenui…parlano con l’amico immaginario, vedono gli extraterrestri…Io avevo un anello magico per parlare con gli alieni…Fai tu…!
^___^
 
filippo_ec
filippo_ec il 19/07/09 alle 18:52 via WEB
Quanto mi piacerebbe lasciare un commento come i precedenti, vi invidio. Ma non posso: i bambini mi innervosiscono, penso sia il motivo per cui il mio dio non mi ha permesso di partorire con dolore, né di fecondare una donna fertile. I bambini che non hanno vincoli di parentela strettissima con me devono orbitare ad almeno sei-settecento metri di distanza dal mio sistema nervoso. I miei nipoti o i figli di amici carissimi devono essere educati a non abusare della mia pazienza, capacità di sopportazione e finti sorrisi. Tutti gli altri devono crescere chiusi nelle loro camerette fino al compimento dei sedici anni, giorno in cui verranno chiusi in un collegio, o in un riformatorio, o in qualsiasi altro posto ubicato all’estero.
 
 
ms.spoah
ms.spoah il 19/07/09 alle 22:20 via WEB
Cioè puoi fecondare solo donne non fertili?
 
   
filippo_ec
filippo_ec il 19/07/09 alle 23:45 via WEB
Qualsiasi cosa mi viene in mente di risponderti è esecrabile. Vado a dormire.
 
     
ms.spoah
ms.spoah il 20/07/09 alle 08:45 via WEB
Stavolta io non c’entro e non so come mi vengano queste idee. Ad ogni modo. Ho cercato su gugol le immagini per esecrabile e guarda un po’:
In pole position, amarezza per atto esecrabile;
in terza posizione, altrettanto inquietante, questo;
in sesta posizione
L’unica cosa di cui probabilmente alcuni potrebbero essere contenti sono le tette enormi
Insomma, tutta roba per sonni agitati.
 
filippo_ec
filippo_ec il 20/07/09 alle 09:44 via WEB
E invece io ho dormito benissimo e ho sognato Enzo Jannacci.
 
 
 
ms.spoah
ms.spoah il 20/07/09 alle 10:13 via WEB
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: